Non occorre essere esperti di turismo per sapere, da italiani, quanto scarsa sia la valorizzazione delle bellezze artistiche, naturalistiche, gastronomiche, del nostro paese. Ma se in alcuni casi si tratta di gravissima negligenza (Pompei è un esempio, ma ce ne sono mille), in altri casi molto meno rinomati il grande impegno di amministrazioni volenterose non sarebbe mai sufficiente senza un passaparola di qualità, e in questo la rete diventa una risorsa inestimabile. Ad esempio, non avevo mai sentito parlare di Parrano, un piccolo, bellissimo paese umbro a nord di Orvieto, incastonato in un area di grande valore archeologico, naturalistico e artistico.
Ho quindi accolto con piacere l’invito dell’amministrazione comunale a partecipare a “Sorella Acqua Bene Comune”, un evento dedicato alla valorizzazione del territorio e delle sue acque termali naturali, “partendo dall’acqua per parlare anche di altro”, come dice il sindaco Vittorio Tarparelli.

Quel che non mi aspettavo, ma che a posteriori posso considerare una piacevole adrenalinica sorpresa, è che l’escursione prevista per la mattina di sabato 20 luglio alle Tane del Diavolo sarebbe stata tutt’altro che una tranquilla passeggiata di montagna! Ma tutto sommato, ben venga per una volta rimettere in moto muscoli atrofizzati da sedentarietà e socialnetworkità, rischiando un paio di scivoloni. Ecco un piccolo racconto in video (le foto inserite sono di Luca Filippetti, co-organizzatore dell’evento):

Pur non essendo agevole, il percorso verso le due grotte (le “Tane del diavolo“) merita tutta la difficoltà di approdo, e può esser gestito anche da chi è alle prime armi (io, appunto) grazie ai due bravi e attenti archeologi che guidano l’escursione. E il bagno nella piscina termale del Parco al termine dell’escursione è uno straordinario plus.

Dopo un pranzo leggero e un po’ di riposo, la giornata è proseguita nel Parco con letture di poesie accompagnate da musica, e una degustazione di prodotti locali. L’ospitalità di Valentino Filippetti nel suo splendido Bed & Breakfast il Casolare del Contadino (davvero consigliatissimo per posizione e bellezza) ha reso il tutto ancora più piacevole e rilassante.