Emozione vinile

Dopo due anni di astinenza, a causa di un guasto al giradischi, ma soprattutto di un lungo e travagliato trasloco e life-redesign, qualche giorno fa ho finalmente rimesso in piedi il mio vecchio stereo con il glorioso giradischi Dual compagno dei miei ventanni. Che gioia! E’ veramente difficile spiegare a chi non è avvezzo al mezzo, cosa vuol dire ascoltare un disco in vinile. E’ un rituale complesso, che inizia dal soppesare e assaporare con gli occhi la confezione, per poi gustare il profumo del cartone e della stampa, estrarre delicatamente il disco dalla busta, adagiarlo sul piatto, e portare (manualmente!) il braccetto su di esso. E poi… la musica, come nessun mp3 (ma neanche cd!) potrà mai farmela ascoltare. I dischi in vinile hanno una dinamica mai superata, che permette l’ascolto a basso volume senza perdere nemmeno una nota. I suoni sono decisi, fisici, caldi, è un esperienza per le orecchie e per la mente che dovremmo davvero recuperare.

Ho una collezione di dischi non enorme, circa 200 fra LP, 10″ e 7″, ma ho diverse cosine preziose, come “Fuck me I’m rich” (compilation 1990 della SUB POP), la prima stampa di Emperor Tomato Ketchup degli Stereolab, su vinile yellow glittered, il singolo 12″ Picture di Smells Like Teen Spirit dei Nirvana, il 7″ di Rock and Roll dei Led Zeppelin (edizione francese), il 10″ su vinile arancione di 100% dei Sonic Youth, il primo LP self-titled dei Tortoise edizione Thrill Jockey, e via discorrendo; per lo più soprattutto underground USA anni 90 (post-rock, lo-fi, il momento di picco dei miei acquisti vinilici).

I primi tre dischi in ordine cronologico a “sentire” nuovamente la puntina sono stati This way out (Idaho), Over and Out (Tar), e Prince Blimey (Red Snapper).

Credo proprio che ricomincerò a comprarne, quanto prima 🙂

3 Comments

Add yours

  1. si anche l’estrema rottura di palle fa parte del complesso rituale credo 🙂 ciaoo biccioo!!

  2. beh noi a casa siamo a quota 946 vinili.. devi passare a darci un occhio 😉

    ciao fabri.. spero che vada tutto bene.. ti abbraccio forte

Rispondi a simo Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *