“Didascalico e moralizzatore”

Di CanioGià, questo è il calcio che vorrebbe Lotito, presidente della Lazio, quella squadra che proprio ieri sera ha dimostrato come non mai quanto ancora c’è da fare perchè lo sport più bello del mondo smetta di essere anche un colossale catalizzatore di violenza. E lo ha dimostrato nel modo peggiore, attraverso quel Paolo Di Canio che a 36 anni suonati torna nella squadra di cui è soprattutto tifoso (poco più di 70 presenze nella Lazio) più per cercare il riscatto sociale di una carriera poco brillante, che per reali meriti sportivi.

Ma nonostante l’esperienza inglese del nostro, un calcio in cui sicuramente si dimostra una grinta e un sano agonismo che noi italiani spesso dimentichiamo, lo spettacolo che abbiamo visto ieri sera all’Olimpico è sembrato più un patetico sfogo personale, una rivincita piccina per una indelebile mediocrità, piuttosto che un esercizio di virilitas che certo poco ha a che vedere con lo sbragato balletto di San Vito in maglietta della salute esibito sotto alla curva sud, o con il saluto romano ritratto nella foto, condito con ridicola smorfia da duro.

Questo serve per ottenere tutt’altro che un calcio didascalico e moralizzatore, altro che le goliardiche e innocue magliette purga del Capitano (già, sono romano e romanista, perchè negarlo?)

Sorry piccolo uomo, ma la nobile grinta di un Sol Campbell te la puoi solo sognare. Altro che esempio di fair play.

7 commenti

  1. la risposta te la sei data da solo:sei romanista.ogni commento è superfluo.Paolo “The God” Di Canio il 6 sera si è preso una rivincita piccina,tu te ne sei presa una minuscola su di lui insultandolo sul tuo blog.per il bene del tuo fegato,evita altri travasi di bile.ti aspetta ancora il derby di ritorno,avrai tempo per vomitare altro sangue.ovviamente per colpa di Paolo.

  2. …e poi piantala di fare sfoggio di pseudo-cultura buttando là a caso due o tre parole in latino,in corsivo poi,per farle notare meglio.sappiamo tutti che,come il tuo “Capitano” totti (o dovrei dire titty?dove erano i suoi attributi il 6 sera?non pervenuti…)hai solo la terza media.e ricordati di dire a mexes che gli allenamenti sono la mattina a trigoria,e non la sera a caracalla.squadra di femminucce,tifoseria di checche isteriche.addio puccettò!!

  3. per non parlare della nerchia dell’inglesino: quella se la sognano entrambi i capitanissimi…

  4. Grazie dei commenti, e soprattutto dei toni (“travaso di bile”, “vomitare sangue”), mi serviva un po’ di colore per dar maggior senso al discorso. E ringraziamo naturalmente Di Canio per rappresentare degnamente questa deriva culturale. Ora aspettiamo solo la candidatura alle regionali con Storace e poi siamo a posto. Bof.

  5. non parlare di derive culturali,non nasconderti dietro il tuo falso moralismo perbenista,hai fatto una manfrina ridicola parlando di Paolo Di Canio con toni severi da censore……per poi scoprire al penultimo capoverso che era solo lo sfogo delirante di un romanista verde per la rabbia e l’invidia.e poi,cosa c’è che non va nel termine “travaso di bile”?E’ troppo politicamente scorretto,moralista dei miei “STIVALI”?perbenista ridicolo,se hai argomenti rispondi seriamente sennò stai zitto e cambia lavoro.bbl

  6. Eh eh, fantastico! Invidia? E di che? Io ho anche una vita, ad esempio. Spero tu possa dire lo stesso!

  7. la gente sta davvero male.
    ..cmq bella partita. bella lazio.
    pezzimizzima roma ;D

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *