Attenti agli angoli. Ottusi.

E’ una cosa incredibile, a ogni angolo c’è qualcuno pronto vigliaccamente a piantartelo fra le scapole. La domanda è la seguente: se per la maggior parte delle persone “mercato” vuol dire “colpi bassi”, bisogna conformarsi per forza, o continuare ad essere corretti sperando di esserne ripagati, prima o poi?

5 commenti

  1. Tu nella vita (non "mercato", bada: vita) sei piu’ un colpobassista o piu’ un porgi-l’altra-guancista? Mi sa che il corso del tuo destino e’ segnato da un imprinting indelebile di porgil’altroguancismo e la speranza in un risarcimento/riconoscimento nel tempo e’ l’unica soluzione..ma quando (e se) paga, paga bene::)) (io sto ancora a aspetta’..ma dicono che paga)
    ("si, ma quando? che devo fa l’bollo a’amachina?")

  2. corretti e ripagati prima o poi? Dai… per favore… non &#232 realistico… no, non lo &#232 proprio 🙁

  3. Pensa positivo: meglio tra le scapole che tra le chiappe.

  4. Pensa possibilista: capace che ti piace tra le chiappe (e prendi una fava con due piccioni:))

  5. Poi Dipende da quel che intendi: col cliente o con la concorrenza? Col cliente ce l’ho nel Dna la correttezza quindi io non potrei comportarmi diversamente. Con la concorrenza comportarsi correttamente nel "mercato" non ripaga. Mai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *